Ecco i vincitori dell’asta sulle licenze WiMax

Ieri si sono concluse le aste per l’assegnazione delle licenze WiMax a livello regionale e macroregionale in Italia, un grande successo per lo Stato che incassa complessivamente ben 136 milioni di euro (+176% rispetto alla base d’asta).
Ma ecco la lista completa dei vincitori tratta dal comunicato stampa del Ministero delle Comunicazioni:

Aggiudicatari dei 7 diritti d’uso nazionali – Blocco A

  • 1                Lombardia-Bolzano-Trento => ARIADSL
  • 2                Valle d’Aosta-Piemonte-Liguria-Toscana => ARIADSL
  • 3                Friuli Venezia Giulia-Veneto-Emilia Romagna-Marche => ARIADSL
  • 4                Umbria-Lazio-Abruzzo-Molise => ARIADSL
  • 5                Campania-Puglia-Basilicata-Calabria => ARIADSL
  • 6                Sicilia => A.F.T.
  • 7                Sardegna => ARIADSL

Aggiudicatari dei 7 diritti d’uso nazionali – Blocco B

  • 1                Lombardia-Bolzano-Trento => E-VIA GRUPPO RETELIT
  • 2                Valle d’Aosta-Piemonte-Liguria-Toscana => E-VIA GRUPPO RETELIT
  • 3                Friuli Venezia Giulia-Veneto-Emilia Romagna-Marche => E-VIA GRUPPO RETELIT
  • 4                Umbria-Lazio-Abruzzo-Molise => Telecom Italia
  • 5                Campania-Puglia-Basilicata-Calabria => Telecom Italia
  • 6                Sicilia => Tourist Ferry Boat-Temix-Medianet Comunicazioni
  • 7                Sardegna => Telecom Italia

Aggiudicatari dei 21 diritti d’uso regionali – Blocco C

  • 1                Lombardia => A.F.T.
  • 1                Prov. Aut. Bolzano => Brennercom
  • 1                Prov. Aut. Trento => MGM Productions Profit Group
  • 2                Valle d’Aosta => Ribes Informatica-Hal Service-Lan Service-Informatica System-Tex97-B.B.Bell
  • 2                Piemonte => A.F.T.
  • 2                Liguria => MGM Productions Profit Group
  • 2                Toscana => MGM Productions Profit Group
  • 3                Friuli Venezia Giulia => Assomax
  • 3                Veneto => A.F.T.
  • 3                Emilia Romagna => Infracom
  • 3                Marche => City Carrier
  • 4                Umbria => A.F.T.
  • 4                Lazio => A.F.T.
  • 4                Abruzzo => A.F.T.
  • 4                Molise => A.F.T.
  • 5                Campania => A.F.T.
  • 5                Puglia => A.F.T.
  • 5                Basilicata => A.F.T.
  • 5                Calabria => A.F.T.
  • 6                Sicilia => ARIADSL
  • 7                Sardegna => A.F.T.

In base alla procedura stabilita dal Ministero delle Comunicazioni, vengono rilasciati 3 diritti d’uso complessivi delle frequenze disponibili nella banda 3.4 – 3.6 GHz, indicati come Blocco A, Blocco B e Blocco C, ciascuno di ampiezza frequenziale pari a 2×21 MHz.

Di tali diritti d’uso, 2 (Blocco A e Blocco B) sono rilasciati per aree di estensione geografica macroregionale, per 7 Macroregioni, mentre 1 diritto d’uso (Blocco C) è rilasciato a livello regionale (con suddivisione provinciale nel caso delle Province Autonome di Trento e Bolzano) per 21 regioni.

wimax.jpg

Un nuovo Aibo compatibile con PSP e PS3?

Sulla rivista Stuff sono comparse alcune voci di corridoio riguardo una nuovo modello di Aibo, il cane robot della Sony, in grado di interagire con la PSP e la Playstation 3.
A quanto pare il progetto Aibo sarebbe stato ripreso dalla divisione Playstation del colosso giapponese, ribattezzando il nuovo modello Sony Aibo PS.
Secondo l’articolo, sarà possibile scaricare nuove personalità del cane attraverso il Playstation Network e controllarlo utilizzando una PSP in WiFi.
Inoltre la telecamera posizionata all’interno della testa sarà in grado di trasmettere immagini direttamente sullo schermo della console portatile.

aibops.jpg

Il radar trova ramen di Sony

Il sony X-Radar Ramen è un software in grado di localizzare il più vicino negozio di ramen ovunque tu sia.
Sfruttando il sistema Sony PlacEngine, che utilizza un database degli hot-spot wi-fi più vicini per determinare la locazione dell’utente ed incrociando i dati con un database dei rivenditori di ramen, riesce a soddisfare le richieste dei giapponesi più affamati.
Ovviamente si tratta di un’applicazione studiata per il Giappone, ma non me la vedrei male come pizza radar in Italia.
La pagina originale del prodotto qui.

x-ramen_radar.jpg

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: