Ecco i vincitori dell’asta sulle licenze WiMax

Ieri si sono concluse le aste per l’assegnazione delle licenze WiMax a livello regionale e macroregionale in Italia, un grande successo per lo Stato che incassa complessivamente ben 136 milioni di euro (+176% rispetto alla base d’asta).
Ma ecco la lista completa dei vincitori tratta dal comunicato stampa del Ministero delle Comunicazioni:

Aggiudicatari dei 7 diritti d’uso nazionali – Blocco A

  • 1                Lombardia-Bolzano-Trento => ARIADSL
  • 2                Valle d’Aosta-Piemonte-Liguria-Toscana => ARIADSL
  • 3                Friuli Venezia Giulia-Veneto-Emilia Romagna-Marche => ARIADSL
  • 4                Umbria-Lazio-Abruzzo-Molise => ARIADSL
  • 5                Campania-Puglia-Basilicata-Calabria => ARIADSL
  • 6                Sicilia => A.F.T.
  • 7                Sardegna => ARIADSL

Aggiudicatari dei 7 diritti d’uso nazionali – Blocco B

  • 1                Lombardia-Bolzano-Trento => E-VIA GRUPPO RETELIT
  • 2                Valle d’Aosta-Piemonte-Liguria-Toscana => E-VIA GRUPPO RETELIT
  • 3                Friuli Venezia Giulia-Veneto-Emilia Romagna-Marche => E-VIA GRUPPO RETELIT
  • 4                Umbria-Lazio-Abruzzo-Molise => Telecom Italia
  • 5                Campania-Puglia-Basilicata-Calabria => Telecom Italia
  • 6                Sicilia => Tourist Ferry Boat-Temix-Medianet Comunicazioni
  • 7                Sardegna => Telecom Italia

Aggiudicatari dei 21 diritti d’uso regionali – Blocco C

  • 1                Lombardia => A.F.T.
  • 1                Prov. Aut. Bolzano => Brennercom
  • 1                Prov. Aut. Trento => MGM Productions Profit Group
  • 2                Valle d’Aosta => Ribes Informatica-Hal Service-Lan Service-Informatica System-Tex97-B.B.Bell
  • 2                Piemonte => A.F.T.
  • 2                Liguria => MGM Productions Profit Group
  • 2                Toscana => MGM Productions Profit Group
  • 3                Friuli Venezia Giulia => Assomax
  • 3                Veneto => A.F.T.
  • 3                Emilia Romagna => Infracom
  • 3                Marche => City Carrier
  • 4                Umbria => A.F.T.
  • 4                Lazio => A.F.T.
  • 4                Abruzzo => A.F.T.
  • 4                Molise => A.F.T.
  • 5                Campania => A.F.T.
  • 5                Puglia => A.F.T.
  • 5                Basilicata => A.F.T.
  • 5                Calabria => A.F.T.
  • 6                Sicilia => ARIADSL
  • 7                Sardegna => A.F.T.

In base alla procedura stabilita dal Ministero delle Comunicazioni, vengono rilasciati 3 diritti d’uso complessivi delle frequenze disponibili nella banda 3.4 – 3.6 GHz, indicati come Blocco A, Blocco B e Blocco C, ciascuno di ampiezza frequenziale pari a 2×21 MHz.

Di tali diritti d’uso, 2 (Blocco A e Blocco B) sono rilasciati per aree di estensione geografica macroregionale, per 7 Macroregioni, mentre 1 diritto d’uso (Blocco C) è rilasciato a livello regionale (con suddivisione provinciale nel caso delle Province Autonome di Trento e Bolzano) per 21 regioni.

wimax.jpg
Annunci

Ecco come trovare gli hot spot wi-fi vicini

Volete scoprire quali sono gli hot spot wi-fi gratuiti vicini a casa vostra o al vostro ufficio? Ecco alcuni siti che potrebbero esservi utili.
Iniziamo da JiWire che presenta una directory a livello mondiale(Italia inclusa) di hot spot gratuiti e non presenti in locali, alberghi e condivisi da utenti FON.
Focalizzandoci sul solo territorio nostrano troviamo il motore di ricerca Hotspots wi-fi Italia che per il momento copre il territorio delle maggiori città italiane.

jiwire.jpg

USB 3.0 in arrivo

Intel e altre aziende hanno formato un gruppo per promuovere lo standard USB 3.0 che promette di essere veloce fino a dieci volte l’USB 2.0.
La velocità di trasferimento della versione 3.0 è di 4.8Gbit/s con retrocompatibilità agli standard precedenti, migliorando inoltre il consumo energetico.
Inoltre è in lavorazione anche uno standard USB Wireless, che permette attualmente una velocità di trasferimento pari al normale USB 2.0

usb.png

Maglietta rileva wi-fi

Volete sapere se la zona in cui vi trovate è coperta da qualche rete wireless? Nessun problema. Su ThinkGeek potete trovare questa maglietta che si illumina, a seconda della qualità del segnale di una rete wi-fi rilevata.
Costa 29,99 € e richiede tre batterie AAA per funzionare (inserite in una tasca interna).

magliawifi.gif

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: