Wikipedia Italia su DVD

L’altro giorno ero al supermercato, quando il mio sguardo si è posato sorpreso su questo prodotto:

wiki.jpg

Ebbene sì, la popolare enciclopedia online, sbarca su DVD, permettendo anche a chi non dispone di una connessione internet di accedere ai suoi contenuti.
Il dvd è distribuito a €9,99 da Examedia. Gli articoli presenti sono 300000 e 35000 le immagini, per un’occupazione totale di 7 GB (il DVD è doppio strato); gli articoli meno attendibili sono stati eliminati dallo staff di wikipedia. Per ogni dvd venduto 1 euro verrà devoluto a Wikipedia. Wikipedia su DVD è compatibile con le piattaforme Windows e Macintosh.

Il Film di Astroboy

Astroboy è famoso per essere stato il protagonista della prima serie animata giapponese, con ben 193 episodi in bianco e nero dal 1936 al 1966.
Nel 2009 arriverà sul grande schermo un adattamento cinematografico in computer grafica, diretto da Colin Brady (Hulk, Lemony Snicket) e distribuito dall’americana Warner Bros.

astro.jpg

Tom Cruise costruisce bunker contro invasioni aliene

Tom Cruise starebbe costruendo un mega bunker da 10 milioni di dollari, per difendersi da un’eventuale attacco degli alieni.
L’attore, da tempo affiliato alla setta di Scientology, teme una ritorsione contro la Terra da parte di “Xenu”, ovvero l’alieno che comanda l’universo secondo gli adepti alla setta.
L’installazione si troverebbe presso la villa in Colorado, e riuscirebbe a contenere ben 10 persone.
La notizia originale qui.

copdjcasp.jpg

L’angolo dell’orrido vol. 4

Per l’angolo dell’orrido di oggi non ci occupiamo di prodotti hi-tech, ma bensì di un sito: Pinkle.
Qualcuno ha pensato bene di registrare un dominio e creare una nuova home page, completamente rosa, per Google. Se ne sentiva la mancanza?

pink.jpg

Animali e Star Wars

C’è da dire che alcuni padroni di animali sono dei veri fetentoni, guardate ad esempio questa galleria di cani e gatti travestiti da personaggi di Star Wars.

lily-yoda-sm.jpgsundance-darthkitty-sm.jpg

Arrivano le tasse su Second Life

Mentre in Italia si discute la finanziaria, ecco arrivare le tasse nel mondo virtuale di Second Life, più precisamente si parla di imposta sul valore aggiunto (ossia l’IVA).

sl.jpgI Linden Lab (LL), creatori di Second Life, stanno informando gli utenti europei del popolare mondo virtuale che dal mese di ottobre sconteranno l’applicazione dell’Iva come qualsiasi consumatore finale. L’imposta sul valore aggiunto sarà applicata al costo per la sottoscrizione di un account Premium, agli acquisti di terreni virtuali effettuati presso i LL, ai canoni mensili di manutenzione dei terreni e regioni di proprietà e, infine, alle aste fondiarie. Non saranno interessate le transazioni tra privati. Per intenderci, l’avatar che entrerà in un negozio virtuale per spendere un po’ dei suoi linden dollar (la moneta locale) nell’acquisto di un qualsiasi articolo (altrettanto virtuale) non dovrà sopportare l’aggravio sul prezzo del bene. Lo stesso principio vale per l’acquisto di terreni da altri utenti. Molto opportunamente l’azienda di San Francisco precisa che in caso si sia titolari di partita Iva è possibile darne comunicazione in modo da evitare l’applicazione dell’imposta. La decisione dei LL risponde alla necessità di applicare il regime speciale di imposizione Iva previsto da una direttiva della Comunità Europea in materia di servizi prestati tramite mezzi elettronici in modalità B2C (business to consumer – ovvero da azienda a privato), erogati da un operatore extracomunitario che non ha una sede nell’Unione.
Corriere.it

Illusione ottica

Guardate l’immagine qua sotto.
Sembra che si stia muovendo, non è vero?
In realtà non è animata, ma si tratta solo di un’illusione ottica.

the_latest_works3.gif

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: